Trend costumi 2019: a ciascuno il suo!

Innanzitutto vi faccio una domanda, anzi due! 🙂

  1. Voi correte a comprare il costume di tendenza appena arriva la bella stagione o attendente con saggezza i saldi?
  2. Come vivete la prova costume? Accettate il vostro corpo o entrate nel loop dei programmi remise en forme prima dell’estate?

Vi rispondo io innanzitutto.

  1. Io aspetto i saldi, da sempre. E le mie motivazioni sono anche molto pratiche: difficilmente trovo dei costumi che mi stiano bene nelle catene del fast fashion (intendo ad esempio Calzedonia, Yamamay, etc). La mia fisicità richiede modelli sostenuti e fascianti, stile Triumph o Parah, quindi trattandosi di marchi non economici, attendo i saldi per fare gli acquisti. Per principio non mi va di spendere tanti soldi per un capo che indosso al massimo due settimane l’anno!!
  2. Per me non è mai stata un dramma la prova costume perché per tutto l’anno da quando avevo 10 anni scegliere l’abbigliamento più adatto alla mia figura è sempre stato un dictat.

Quando ero bambina mia mamma andava in crisi ogni volta che doveva comprarmi qualcosa perché già alle elementari avevo un corpo da donna, e decisamente curvy.  Vestirmi è sempre stato impegnativo a prescindere dalla stagione!

Perché vi racconto tutto questo?

Perché voglio porre la vostra attenzione su due temi molto importanti: lo shopping intelligente e l’amore per la propria persona.

Perché straziarsi con allenamenti che sfiniscono l’anima (innanzitutto) e il corpo solo perché avete preso qualche grammo in più durante l’inverno?

Certamente se siamo di fronte a situazioni di sovrappeso particolari è tutta un’altra storia, soprattutto se impattano sul stato psicofisico, ma non ‘stressatevi’ più del dovuto, piuttosto accettate anche quella piccola curva morbida del vostro fianco o addome perché potrebbe essere molto sexy agli occhi di qualcun altro.

Intorno a me negli ultimi mesi ho avuto persone letteralmente in crisi per i kili da perdere (anzi i grammi!!).

Ma ha davvero senso tutto questo?

L’estate è anche divertimento, godimento, spensieratezza. Se devo passarla in castigo per colpa di una dieta o di un programma di allenamento, allora ci rinuncio. Io scelgo la vita.

Una vita sana ovviamente, senza eccessi, dove lo sport e il buon cibo siano delle buone regole, ma non una gabbia. A monte di una dieta ci deve essere una forte convinzione, un obiettivo di benessere, non la semplice prova costume.

E veniamo allo shopping intelligente.

Un costume quanta vita ha? Facendo una media lo mettiamo per un mese di fila, forse due. Gli altri 10 mesi dell’anno  sta dentro l’armadio. Ha senso spendere tanti soldi per comprare il costume di tendenza ad aprile per poi indossarlo la prima volta ad agosto?

Inoltre. Non entriamo del loop dei saldi facendo il tipico ragionamento  ‘Ne compro tanti, costano poco, così ogni giorno ne sfoggio uno diverso’.  Si vero,  durante questa stagione sarete la regina delle spiagge, ma poi l’anno prossimo andranno ancora di moda quelle fantasie e modelli? 🙂

Cosa voglio dirvi in sostanza.

Comprate il costume strizzando l’occhio alla moda certamente, ma fatelo innanzitutto scegliendo il modello giusto per la vostra figura, anche se avete qualche grammo in più!

Se il costume è quello giusto vedrete che la vostra fisicità sarà sempre valorizzata!

Vediamo quindi insieme quali sono le macro tendenze dell’Estate 2019 e quali di queste sono adatte alle diverse body shape.

TROPICAL

A chi piace? Alle donne creative, dallo stile estroso, colorato, eccentrico.

A chi sta bene? Meglio alle figure snelle perché le fantasie tropical tipicamente sono voluminose e se avete un fisico curvy rischiate di accentuare le ‘abbondanze’. Parlando di body shape lo trovo indicato per le forme a rettangolo, clessidra, pera se minuta. Fantasia perfetta per ogni stagione (parlando di armocromia), l’importante è essere in palette!

Che modello è più appropriato? Trovo che questa fantasia renda bene con un bikini a triangolo o a fascia, con costumi interi monospalla. Perfetto se abbinato a un turbante 🙂

FLOREAL

A chi piace? Alle donne romantiche, che amano appunto i fiori e i colori pastello.

A chi sta bene? Anche in questo caso meglio alle figure snelle perché le fantasie floreali tendono a proporre fiori molto grandi. Se invece il fiore è piccolo bene anche per body shape a mela (triangolo inverno). A quale stagione sta bene? A tutte se i colori sono quelli del vostro sottogruppo.

Che modello è più appropriato? Questa fantasia è valorizzata da costumi due pezzi stile anni ’80 con mutanda brasiliana o tanga e top con rouge. Se penso al costume intero potrebbe contrastare il romanticismo del fiore un modello più sexy come il trikini. Abbinamento perfetto con borsa o cappello in paglia.

Estate Retrò

A chi piace? Alle donne che amano esprimere la propria femminilità anche con rimandi vintage.

A chi sta bene? Alle donne che interpretano lo stereotipo delle bellezza tipica degli anni ’50: le curvy. Quindi forme a clessidra, ma anche triangoli inversi (mela), pere proporzionate (con un bel senso o spalle dritte). I colori in questo sono forti e decisi e puntano sui contrasti. Fantasia di riferimento per questo trend sono i pois e anche la lavorazione crochet/uncinetto. Perfetto per le Winter e le Spring brillanti.

Che modello è più appropriato? Ovviamente da costumi due pezzi stile anni ’50 quindi con mutanda alta. Il costume intero sarà molto strutturato, poco sgambato, con rinforzi sulla parte del seno. L’accessorio perfetto? Gli occhiali 🙂

 

Yachting Style

A chi piace? Alle donne eleganti, dallo stile raffinato, che non amano mettersi in mostra se non per la loro raffinatezza. Il blu è il loro colore, navy (per le fredde) o marine (per le calde). Non amano le fantasie, ma piuttosto il tinta unita, anche  beige, al massimo con qualche sobria riga.

A chi sta bene? Si addice a quasi tutte le body shape, la differenza la fa la scelta del modello più adatto alla figura. Meglio sicuramente alle Summer, alle Spring e qualche Autunno Soft .

Che modello è più appropriato? Mi vengono in mente i costumi degli anni ’90, ma anche degli anni ’70. Vi ricordate il costume di Bo Derek in 007? Ecco quel modello è perfetto. Parlando di costume intero si potrebbe contrastare il rigore del colore con qualche vezzo in più. Pochi fronzoli in tema di accessori, ma focus sulle scarpe: un infradito gioiello anche per la spiaggia 😉

ANIMALIER

A chi piace? Alle donne il cui valore assoluto è la seduzione.

A chi sta bene?  La seduzione non è questione di taglia, ma di attitudine quindi potrebbe indossare l’animalier anche una donna molto curvy, ma tendenzialmente sta bene a tutte le body shape. Attenzione allo sfondo della fantasia: se marrone o ramata (pelle di leopardo, tigre) meglio sulle donne calde; per le fredde puntare su zebrato o pitonato.

Che modello è più appropriato? Ovviamente chi vuole essere sexy sceglierà anche il modello di conseguenza, ma fate attenzione a non esagerare perché il rischio è di sembrare too much.

Certamente se la figura lo permette si può osare altrimenti limitiamoci alla fantasia e andiamo su tagli classici che vestono bene e valorizzano i punti giusti. Gli accessori? Bracciali e collane dal sapore etnico!

Scrivi un commento

il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati *