Saldi: fare spazio nell’armadio per le anticipazioni della stagione 2017/2018

Eccoci alla terzo appuntamento con il tema dei saldi.

Oggi voglio porre la vostra attenzione su quanto questo momento clou della stagione sia l’occasione perfetta per fare un po’ di pulizia nell’armadio.

Sì perché prese dalla frenesia degli acquisti sono certa sia capitato a ciascuna di noi di rientrare a casa e scoprire di avere nell’armadio un capo molto simile a quello acquistato, se non più di uno.

Cose che capitano quando il profumo dello sconto dà alla testa.

Ma qui le domande da porsi sono due.

  1. Perché compriamo sempre le stesse cose anche se ne abbiamo altre tre uguali a casa?
  2. Perché ci siamo dimenticate di averle?

Al di là delle considerazioni sullo stile personale, che inevitabilmente, al di là dei trend della stagione, ci porta a identificare nel mucchio dei capi in saldo sempre quelli che più ci fanno sentire nella nostra pelle, dobbiamo in questo contesto entrare nel merito del concetto di pulizia, ordine, decluttering in una sola parola.

Prima di acquistare nuovi capi in saldo, sarebbe utile aprire il nostro armadio e fare il punto di ciò che abbiamo e che davvero è il caso di conservare fino alla prossima stagione. Eliminare il superfluo (i doppioni), i capi  ormai vecchi e usurati, quelli fuori moda, abiti che non mettiamo più da anni perché non ci piace il colore, la taglia non è più la nostra, non corrispondono più alla nostra attuale identità e personalità.

Quante volte avete riesumato da un angolo dell’armadio un capo che avevate dimenticato di avere e che avete cercato come disperate per mesi, arrivando a pensare che ci fossero i poltergeist in casa? E poi all’improvviso eccolo là, quando ormai non ci interessa più.

Tante. Succede tante volte.

Accade soprattutto in momenti come il cambio di stagione, quando tiriamo fuori dall’armadio quintali di abiti, accessori, giacche & co e scopriamo che il 60% di quelle cose non le mettiamo dal ’95.

Capita soprattutto quando, con i saldi, compriamo-compriamo e poi torniamo a casa per scoprire di non avere neanche più lo spazio dove mettere i nuovi acquisti!

Fare Decluttering in questi casi diventa un’esigenza vitale.

Qualche consiglio per farlo nel modo migliore?

Innanzitutto prendetevi un po’ di tempo tutto per voi: selezionare le cose da buttare (o dar via) richiede tempo e pazienza. E anche un po’ di coraggio, diciamocelo, perché molte cose che abbiamo conservato spesso hanno anche un valore affettivo o un ricordo che ci lega. Fate un bel sospiro e scegliete con un po’ di razionalità.

Tenetevi libero un pomeriggio intero o suddividete il lavoro in più momenti dislocati nel corso della settimana. L’importante è che, prima di andare a fare altro shopping, abbiate fatto pulizia.

Scelto cosa dare via…datelo via! Non rimandate il momento in cui dovrete separarvi dai capi che avete deciso di buttare, altrimenti rischierete di ritrovarvi mucchi di vestiti stipati nello sgabuzzino anziché nell’armadio!

Se non ve la sentite di fare tutto da sole, chiedete una mano ad un’amica o ancora meglio a una professionista del decluttering e per rendere il tutto ancora più divertente cogliete l’occasione per  organizzate uno swap party.

Siete indecise su cosa mettere via e su cosa comprare? Vi state chiedendo se quei jeans andranno ancora nel 2018 o se è proprio il momento di liberarsene?

Ecco allora quello di cui potete disfarvi a cuor leggero parchè non sarà più di moda almeno per un bel po’  e cosa invece comprare in vista delle prossime stagioni.

Tenete pure tutti gli abitini, specie se si tratta di littleblackdress, ma anche quelli romantici con tulle e ricami in pizzo. Non passeranno di moda e li ritroveremo anche il prossimo anno.

Tenete cappotti a vestaglia o militari, i piumini in colori sobri, le giacche in pelle e i blazer classici. Mettete via anche pantaloni a sigaretta e jeans, sì anche quelli strappati.

La Milano Fashion Week dedicata alle passerelle femminili è ormai alle porte ma qualche stilista ha dato alcune anticipazioni delle collezioni autunno/inverno 2017-2018.

Giusto in tempo per sapere cosa comprare in questi giorni.

Ecco su cosa puntare. Sicuramente andranno di moda i contrasti di tessuti e di stampe: il tulle si accosterà alla felpa, gli abitini saranno destrutturati con inserti trasparenti e tante rouches, il maschile sarà oversize e molto dandy.

Pantaloni neri alla caviglia dalla linea ampia si accosteranno a bluse gessate strette in vita e lasciate maliziosamente aperte sul davanti, mentre i colori si mixeranno secondo palette cromatiche complementari.

La pelle, specie se nera, resta grande protagonista quindi non buttate leggings, gonne o giacche in pelle, le indosseremo ancora. Persino gli chemisier diventeranno rock con questo tessuto.

Non buttate neanche le jumpsuits: la tuta elegante, ottima alternativa all’abito, resta un must anche nella prossima stagione e diventa raffinata nei tessuti (seta e raso in primis).

Restano in voga anche cappe e poncho, per tenerci al caldo con stile, idem per il tartan, stampa che ormai da qualche anno sembra essere diventata uno dei must-have di ogni stagione invernale.

Anche le stampe floreali restano grandi protagoniste, specie su abiti romantici e un po’ retro, dall’animo vagamente hippie (se avete abiti in questo stile dunque non buttateli).

Infine restano in voga lo stile sporty, le gonne a ruota colorate, i crop top in tessuti tecnici e tanto tweed.

Ah, e ovviamente il verde: il Greenery terrà testa fino a fine 2017.

 

Scrivi un commento

il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati *